Madagascar

MADAGASCAR
Dal 3 al 18 giugno 2024


 

Il Madagascar è un vero paradiso sia per la guida off road (le strade asfaltate sono poche) con piste sabbiose, guadi, piccoli bac, fango,  ecc,  sia per l’ambiente caratterizzato da magnifiche spiagge di sabbia bianca e una natura selvaggia. La vegetazione  è costituita principalmente da foresta spinosa con baobab dalle forme più strane. Qui si trovano tratti di costa ancora poco conosciuti dal turismo e alcuni pittoreschi villaggi di pescatori Vezo. La moltitudine di gruppi etnici presenti rappresenta un'altra caratteristica molto interessante di questa grande isola. Non mancheremo una vista nei parchi dove sarà possibile ammirare le tante specie di lemuri presenti e avremo la possibilità di fare snorkeling lungo la seconda barriera corallina più estesa al mondo. Il viaggio è proposto con la formula Fly&Drive.

Programma di viaggio.

3 giugno
Milano - Antananarivo
Partenza del volo da Milano alle ore 23.20 con Ethiopian Airlines

4 giugno
Antanarivo
Arrivo nella capitale Antananarivo nel primo pomeriggio, ritiro delle auto e trasferimento in hotel.

5 giugno

Antanarivo - Ivato (300 km
)
Partenza verso sud, si attraversa l’altopiano centrale dell’Annkaratra, a oltre 1800 metri d’altezza, la zona più abitata del paese, caratterizzata dalle tipiche coltivazioni a terrazze e piccoli villaggi tradizionali dell’etnia Merina, con costruzioni in terra rossa.
 Passiamo la città di Antsirabé che conserva ancora alcune costruzioni coloniali, testimoni di un passato fiorente durante il quale, nella regione, venivano estratte pietre semi preziose. Il viaggio prosegue in un ambiente ricco di spettacolari anfiteatri e di risaie coltivate a terrazzamenti che ricordano il Sud-Est asiatico. Arrivo al villaggio di Ivato (Hotel)

6 giugno
Ivato - Parco Nazionale di Ranomafana  (120 km)

Raggiungiamo il  Parco Nazionale di Ranomafana, caratterizzato da una foresta pluviale che ospita una ricca flora e fauna che gli è valsa il riconoscimento di patrimonio dell’umanità da parte dell’UNESCO. Nel parco sono presenti ben 12 specie di lemuri. Nel pomeriggio visitiamo il parco lungo un percorso, caratterizzato da sali e scendi. La visita  si svolge a piedi e non presenta particolari difficoltà. Il terreno può però essere scivoloso e richiedi quindi scarpe adatte. Durante la visita saremo accompagnati da guide e ranger. (Hotel)

7 giugno

Parco Nazionale di Ranomafana - Parco dell’Isalo  (350 km)
Trasferimento verso il Parco dell’Isalo. Campi coltivati, animali al pascolo e vigneti ci accompagnato nella graduale discesa dell’altopiano malgascio fino a raggiungere il Parco. (Hotel)

8 giugno
Parco dell’Isalo - Tolear (230 km)
Visita del parco dell’Isalo che offre uno dei più bei paesaggi del Madagascar, differente da qualsiasi altro: uno spettacolare massiccio di friabile roccia calcarea, modellato dall’erosione in forme bizzarre, immerso in una vegetazione molto simile alla savana africana. Il trekking proposto, non impegnativo, è molto appagante per i panorami che propone. 
Nel pomeriggio trasferimento fino sulla costa a Tolear. (Hotel)

9 giugno

Tolear - Andavadoaka (170 Km)
Percorriamo un tratto iniziale su asfalto poi imbocchiamo la pista che, lungo la costa in un susseguirsi di spiagge, baie e acqua dai colori incredibili, ci porta ad Andavadoako.
Su questo tratto di costa, fino a Morondava, si trovano alcuni pittoreschi villaggi di pescatori Vezo (termine con il quale si identifica la popolazione che vive di pesca). La moltitudine di gruppi etnici presenti in Madagascar rappresentano un'altra caratteristica molto interessante di questa grande isola. (Hotel)

10 giugno
Stop a Andavadoaka
Anche oggi il mare è protagonista: possibilità di snorkeling lungo la seconda barriera corallina più estesa al mondo. (Hotel)

11 giugno
Andavadoaka - Morombe (50 km)
Breve trasferimento sulla costa fino al villaggio di Morombe. (Hotel)

12 giugno

Morombe - Belo Sur Mer (290 km)

Risaliamo sempre verso nord e raggiungiamo Belo sur Mer, un piccolo villaggio di pescatori, agricoltori e costruttori di golette e piroghe in legno. Questo angolo discosto di Madagascar rappresenta ancora, fortunatamente, uno stile di vita tradizionale, poco contaminato dal modernismo. (Hotel)

13 giugno

Belo Sur Mer - Morondava (100 km)
Lungo piste sconnesse e fiumi in secca raggiungiamo la cittadina di Morondava, sempre sulla costa. (Hotel)

14 giugno
Morondava - Riserva di Kirindy (50 km)

Nel pomeriggio ci dirigiamo verso nord e raggiungiamo il famoso Viale dei Baobab, sicuramente il luogo più fotografato di tutto il Madagascar. Questo tratto di pista offre uno spettacolo grandioso: un viale di 15 km fiancheggiato da imponenti Baobab, alcuni dei quali sfiorano i mille anni d’età.
 Raggiungiamo a fine giornata Kirindy.
 La riserva di Kirindy protegge una foresta asciutta caratterizzata dalla presenza di 6 specie di Lemuri notturni e 2 specie diurne. La più grande attrazione di questa riserva rimane comunque il Fossa (Crypthprocta ferox), il predatore dei lemuri. Possibilità di trekking notturno per l’avvistamento degli animali. Sistemazione in semplice campo pre allestito con tende e servizi.

15 giugno
Riserva di Kirindy - Miandrivazo (290 Km)
Il mattino visitiamo la riserva di Kirindy e poi partenza per Miandrivazo. (Hotel)

16 giugno 

Miandrivazio - verso Antanarivo (300 km)
Da Miandrivazio risaliamo nuovamente sull’altopiano per ritrovare i paesaggi che avevano caratterizzato la parte iniziale del nostro viaggio. (Hotel)

17 giugno 

Verso Antananarivo - Antananarivo (100 km)
Ultimi chilometri per raggiungere la capitale Antananarivo. Consegna delle auto e partenza del volo alle 14.30 con Ethiopian Airlines.

18 giugno

Milano
Arrivo in Italia a Milano MPX alle 05.45

Ti servono maggiori informazioni? Contattaci con il form sottostante

*
*
*
*
*
 
* I campi contrassegnati sono obbligatori.